Teatro incontro logo alt

Main Menu
Home
Chi siamo
Contattaci
Dove siamo
Cartellone
Rassegne
Storia e Produzioni
Corso di teatro
Stage e Laboratori
La Compagnia
Links
Recensioni
Mappa del sito
Newsletter
Calendario
< Marzo 2019 >
Lu Ma Me Gi Ve Do Do
25 26 27 28 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
Home arrow Cartellone arrow Il volo transoceanico di Lindbergh
IL VOLO TRANSOCEANICO DI LINDBERGH

IL VOLO TRANSOCEANICO DI LINDBERGH
Cronaca della prima trasvolata dell’Oceano Atlantico (1927)

Progetto pedagogico a cura di Elisabetta Gustini

 

 

Sample Image
 
 

 

 

con

Claudio Bologna 
Elena De Cecco
Francesco Facca
Luca Giustolisi 
Claudia Spagnolo

Assistenza tecnica e produzione
Franco Favento,
Sonia Sossi,
Lucia Berto

Sartoria
Maria Luisa Moro

 

 

 

Nel 1927 Charles Lindbergh compie la prima traversata aerea dell'Oceano Atlantico, in solitario e senza scalo.Partito alle 7.52 del 20 maggio dal Roosevelt Field, vicino a New York, giunge a destinazione alle 22.00 del 21 maggio, dopo 33 ore e 32 minuti esatti, al Champs de Le Bourget, nei pressi di Parigi, a bordo del suo monoplano leggero, battezzato Spirit of Saint Louis. Le scene che compongono la trama descrivono le diverse fasi di questa incredibile impresa:i preparativi, la partenza, l’incontro con la nebbia, la tempesta di neve, il vento, il mare gli intimano di ritirarsi e di non sfidare le forze della natura; solo il motore del suo aereo lo incoraggia ad andare avanti in un dialogo che fa riflettere sui miracoli e sui rischi del progresso tecnologico.

Recensione

L’Ex Lavatoio di via San Giacomo in Monte ha ospitato, lo scorso 27 giugno, il primo spettacolo della rassegna teatrale “Sotto il cielo di San Giacomo“, promossa da “Teatro incontro”: “IL VOLO TRANSOCEANICO DI LINDBERGH”, liberamente tratto da “Il volo oceanico” (Der Ozeanflug - Ein Radiolehrstück für Knaben und Mädchen), dramma didattico in 17 brevi sezioni in versi irregolari per recitazione e canto di Bertolt Brecht (1929).
L’idea di questo spettacolo, che è nata dal desiderio di “Teatro incontro” di portare il Teatro nelle scuole per avvicinare anche il mondo dei giovanissimi, ha avuto un grande successo che ha visto il progetto pedagogico, curato in collaborazione con la regista Elisabetta Gustini, avere un ottimo riscontro nelle scuole in cui è stato presentato. La storica, affascinante location dell’ex Lavatoio si è rivelata come un piccolo, magico teatro all’aperto del tutto esaurito, per presentarlo ad un pubblico più vasto (come già avvenuto nell’ambito della “V Rassegna di Primavera” organizzata da “Teatro Incontro” lo scorso Marzo).
Il 20-21 maggio 1927 Charles Lindbergh compi la prima traversata aerea dell’Oceano Atlantico, in solitario e senza scalo, a bordo del suo monoplano leggero, battezzato Spirit of Saint Louis. Partito alle 7.52 del 20 maggio dal Roosevelt Field, vicino a New York, nonostante le forze della natura avessero contrastato il volo, il suo coraggio ed il funzionamento del motore gli permisero di arrivare, dopo 33 ore e 32 minuti esatti, al Champs de Le Bourget, nei pressi di Parigi.
Su questa trama la regista Elisabetta Gustini ha costruito uno spettacolo godibilissimo, dinamico e divertente, pieno di invenzioni scenografiche di magico impatto visivo ma anche di messaggi subliminali che fanno riflettere su miracoli e rischi del progresso tecnologico. Interessante l’unione del linguaggio teatrale a quello musicale che ha visto la fisarmonica, suonata da Claudio Bologna, ben commentare l’azione scenica.
Ottimo il cast attoriale composto da Luca Giustolisi, nel ruolo di Lindbergh, e Francesco Facca, Elena De Cecco e Claudia Spagnolo in un alternarsi di personaggi fantastici a ricreare le fasi della straordinaria impresa. Dalla partenza, alla nebbia, alla tempesta di neve, al vento, al mare che si oppongono al pilota in solitario, al vibrare del suo motore che non lo tradisce: ogni atmosfera è riuscita a creare un magico feeling con il pubblico che ha lungamente e calorosamente applaudito tutta la Compagnia. Tanto entusiasmo è stato ripagato con il bis del delizioso ritornello finale.
Affermava Joseph Conrad: “Lo spirito dell’uomo è capace di tutto, perchè contiene tutto. Tutto il passato e tutto il futuro. LUISA RUNTI

http://www.informatrieste.eu/articoli/?x=entry:entry140629-221922

Rappresentazioni:

venerdì 6 dicembre 2013 ore 9:00 e ore 10:30 ISTITUTO COMPRENSIVO DI VIA COMMERCIALE

giovedì 12 dicembre 2013 - ore 10:00 ISTITUTO COMPRENSIVO CAMPI ELISI
in collaborazione con la IV circoscrizione del Comune di Trieste

giovedì 12 dicembre 2013 - RICREATORIO PITTERI ore 17:00 via S. Marco, 5 – Trieste
in collaborazione con la V circoscrizione del Comune di Trieste

venerdì 13 dicembre 2013 - ore 17:00 RICREATORIO PADOVAN via Settefontane, 43 – Trieste
in collaborazione con la V circoscrizione del Comune di Trieste
domenica 9 marzo 2014 - TEATRO ROIANO ore 11.30
domenica 16 marzo Teatro Verdi di Muggia ore 17.00
mercoledi 19 marzo Palestra di S. Dorligo della Valle ore 10.00
domenica 27 giugno 2014 ex lavatoio San Giacomo Trieste
lunedi 14 luglio 2014 - Aurisina
sabato 2 agosto - Turriaco ore 21.00 Sabato
sabato 11 ottobre Trivignano Udinese (UD) -  alle ore 20.30
venerdì 14 novembre 2014, ore 11, Liceo Dante Trieste
sabato 22 novembre ore 21.00 - circolo ARCI D-Sotto in via Bernini 2 - Trieste
sabato 20 dicembre - ore 11.00 Casa della Cultura Prosecco Contovello Scarl - Località Prosecco, 2
domenica 10 maggio 2015 alle ore 17.00 a San Vito al Tagliamento
venerdì 29 maggio Sala Manzioli Isola ore 19.00
venerdì 21 agosto 2015 ore 21 PORTOPICCOLO SISTIANA - SISTIANA, DUINO-AURISINA (TS)
sabato 30 gennaio 2016 in piazza a Muggia 

Recensioni:

 La compagnia “Teatro incontro” di Trieste, che nel passato ha portato ad Isola altri lavori di qualità, ha presentato uno spettacolo godibilissimo tratto da un’opera di Bertolt Brecht  e adattato e diretto da Elisabetta Gustini.
"Il volo transoceanico di Lindbergh” , nato come radiodramma nel 1929 con il titolo "Il volo oceanico", ma poi adattato per il teatro ed eseguito con le musiche appositamente scritte da di Kurt Weill e Paul Hindemith narra le vicende del primo aereo che è riuscito a volare oltre l’Atlantico.  Vi si narrano i preparativi, lo spirito con il quale fu accolto il progetto, le difficoltà della traversata e il buon esito dell’impresa, ritenuta addirittura eroica per quei tempi.
“Vi si trovano il messaggio dell’importanza della collaborazione di più persone in qualsiasi progetto e l’invito a riflettere su miracoli e rischi del progresso tecnologico". Di buon effetto le invenzioni scenografiche che hanno tenuto viva l’attenzione  sui vari momenti della narrazione. Ottimo il cast composto da Luca Giustolisi, nel ruolo di Lindbergh, e Francesco Facca, Elena De Cecco e Claudia Spagnolo. Alla fisarmonica Caudio Bologna. (http://www.ilmandracchio.org/mo)

 
Copyright © 2006 - 2019 Teatro Incontro - P.IVA: 01070630320

BI@Work